Addirittura alle donne piace il erotismocomme lo spiega una graphic novel

Non so chi sei di Cristina Portolano ГЁ una storia disegnata cosicchГ© parla di tante cose, da Tinder ai trans, perГІ particolarmente di una.

Non so chi sei di Cristina Portolano è che una globo da bowling giacché viaggia per 90 chilometri orari, però non fa strike. La graphic novel, pubblicata cosa e get it on a ottobre 2017 attraverso Rizzoli Lizard, racconta l’esperienza parzialmente autobiografica dell’autrice per mezzo di l’app in appuntamenti Tinder, all’indomani di una discordia dolorosa. Ha molti pregi e altrettanti difetti.

La scelta narrativa ГЁ confusa, ГЁ un flashback di cui ci si dimentica immediatamente, in quanto contiene prossimo flashback contraddistinti da un alternanza cromatico nelle tavole. Di nuovo lo taglio non va in una direzione precisacomme mentre ГЁ diaristico, mediante la suono narrante in quanto spiega i propri pensieri e stati interiori, ha un energia plausibile e compiacente. Mentre la divulgazione di riflessioni ГЁ piuttosto affidata ai dialoghi, il risultato ГЁ numeroso disarmonico e studiato.

Le app, il dolore, il sostituzione di modo, la sconcezza, il racconto col autorecomme i temi sono tanti, incertezza troppi

Nel produrre una pretesto —recita un mantra della annotazione creativa— bisogna esporre a causa di immagini e non chiarire, ovvero appena dicono gli anglofoni, esibizione don’t tell. Nel fatto di un esposizione grafico la norma giacché vale è quella di non ridire a parole quegli cosicché viene notizia visivamente. Pure il dilemma mediante Non so chi sei non come esattamente quello della riconferma, si cenno uno insensatezza entro il libro e le immagini. Si ha la percezione, per volte, in quanto il scritto dica assai e i disegni abbondante moderatamente.

Read More